Festival Expolis 2018 – 26 6 18 il Teatro della Contraddizione a Casa Merini

 

Dal 21 al 30 giugno il Teatro della Contraddizione vi invita a partecipare a una nuova edizione del Festival ExPolis. Quattro appuntamenti per vivere insieme la città.

Il Festival ExPolis fonda la sua esistenza sulla volontà di fare ed essere comunità, su una riflessione sulla funzione dell’arte e sul rapporto con il contesto che abita, sulla creazione di un contenuto culturale da restituire ai cittadini.

In ExPolis si mette in gioco il rapporto tra spazi urbani, luoghi a vocazione culturale, artisti e abitanti, con la voglia di percorrere insieme le distanze esistenti e trasformarle in ospitalità e relazione reciproca.

Il Festival si inaugura giovedì 21 giugno alle ore 21 con “Alla vita Desiderata – Farsi luogo” una serata di confronto tra artisti e pubblico che partirà dalla lettura di Marco Martinelli, regista e drammaturgo del Teatro delle Albe, del suo Farsi luogo. Varco al teatro in 101 movimenti.

Prosegue il 26 e il 30 giugno con due Camminate Archemiche, “Alla vita Invisibile” e “Alla vita Fragile”, passeggiate artistiche riservate ad un massimo di 30 curiosi, provvisti di buone gambe e voglia di attraversare la città con uno sguardo diverso, e si chiude il 30 sera al Circolo Famigliare Romeo Cerizza con “Alla vita come viene”, serata di Ballate, risotto, vino e demenzialità con Flavio Pirini e la collaborazione dei membri del Circolo Cerizza


ExPolis: il regno della Contraddizione

Expolis è un invito a perlustrare la città invisibile, quell’altra faccia di Milano che rimane taciuta e che l’arte, strumento di esplorazione dell’anima individuale, sociale e politica della società, può disvelare oltrepassando le convenienze, i pensieri comodi, facendo della contraddizione della morale dominante il motore della propria ricerca, senza mai affermare cosa sia giusto o sbagliato ma innescando altri punti di vista e attivando il desiderio di nuove domande.

In questo senso, dunque, abbiamo scelto di definire immorale questo manifestarsi dell’arte improvviso, questo camminare verso l’ignoto, questo costituirsi di comunità provvisorie inclini al mischiarsi, dove ognuno torna a casa con meno distanze tra sé e lo sconosciuto. Perché è lo stupore, vissuto insieme all’altro, a farti dimenticare le distanze, fino a renderle ridicole.

Con Expolis il Teatro della Contraddizione, si fa medium tra artisti, territorio e pubblico, diventa curatore di una mostra itinerante, che apre relazioni invece di “mostrare”.

Per raggiungere questo obbiettivo propone agli artisti “ostacoli” fisici: spazi della città senza protezione, come strade e piazze, oppure luoghi interni, come una casa privata, una bocciofila, con una propria identità, spazi e luoghi che non possono essere abitati con un’estetica scelta a priori ma che chiedono di sviluppare un progetto di insediamento e di relazione.

Gli artisti si preparano così a mutare e a ridefinirsi nel contatto vivo e dinamico con spazi e luoghi della città e con la vita che arriva in modo imprevedibile.

Le pratiche aperte dagli artisti di Expolis coinvolgono il pubblico, lo spostano, tenendolo spesso in disequilibrio, una chiamata coraggiosa, che passo dopo passo apre un varco, un dialogo, che ricarica di senso le architetture della città, creando spazi sociali provvisori, un piccolo esempio di riappropriazione del territorio.

Expolis è una modalità che aiuta a trasformare l’idea del teatro da luogo distante ed elitario a spazio contemporaneo, attraversabile come si attraversa una strada della città, senza discriminare tra linguaggi popolari ed espressioni di ricerca sofisticate, dando così un piccolo ma tangibile contributo ad accorciare le distanze tra pubblico e cultura.

——–

La camminata archèmica 

Fulcro di ExPolis è la camminata archèmica: una camminata coraggiosa, imperfetta, epidermica, tra poesia, danza, musica, performance, teatro, realtà.

Un Viaggio riservato ad un massimo di 30 curiosi, provvisti di buone gambe e voglia di attraversare la città con uno sguardo diverso, senza un obbiettivo, senza un appuntamento…

Nella Camminata, in cui il pubblico conosce solo il punto di partenza e il punto d’arrivo l’arte si espone in alchimia con la città, rischia l’incontro con il reale, perde i suoi confini in una città impossibile da immaginare, imprevista, in un “potrebbe succedere” sempre presente.

Immaginate tanti fondali quanti ne può dare la città, immaginate di scegliere voi cosa sta salendo sul palco di questo gigantesco teatro, chiedetevi se sarete in grado di distinguere la finzione dalla realtà. Immaginate che voi possiate essere il palco, voi il fondale, voi gli attori o le comparse di un evento che in un attimo scompare… Immaginate di entrare dove non dovrebbe esserci uno spettacolo, e trovarlo, e uscire portati fuori da una danza, o attirati da un canto… Immaginate che quello che fino a ieri era un angolo di città sconosciuto, da domani diventi una storia da raccontare. Continuate ad immaginare, o partite con noi verso l’ignoto.

——–

Programma

21 giugno – Padiglione Contraddizione

ore 21.00 – ALLA VITA DESIDERATA

FARSI LUOGO

di e con Marco Martinelli – Teatro delle Albe

alle provocazioni Diego Vincenti

alle contraddizioni Marco Maria Linzi

al pensiero musicale Mell Morcone

ExPolis 2018 si inaugura con un reading di Marco Martinelli drammaturgo e regista del Teatro delle Albe: Farsi luogo. Varco al teatro in 101 movimenti.

Per Marco Martinelli il concetto di “farsi luogo” rovescia la barbarie uniformante della società dei “non-luoghi”: è un concetto-strumento di lavoro, viene da lontano e torna a più riprese nell’illustrazione della sua arte di drammaturgo e regista, per un teatro che trovi il proprio senso anche, ma non solo, nella creazione di comunità. Non un manuale di teatro, ma una mappa etica ed estetica per la prassi scenica, il rinviare tutto al fuoco primario che fa ardere l’attore-artista.

La lettura del libro sarà punto di partenza per una serata di riflessione e confronto fra pubblico e artisti sul significato del Teatro come luogo della relazione, come arte della Comunità – “reciproco come un dono” – come “luogo” capace di integrare e valorizzare le diverse identità, trasformando la soggettività in percorso collettivo e comunitario, un “Farsi luogo” che significa “Farsi carico”, prendere un impegno nei confronti della società.

Il teatro come luogo dell’eresia, parola che etimologicamente conserva in sé un’altra parola, meno ambigua, la sua fonte, e la fa brillare: scelta

Tra un’Eresia e l’altra Mell Morcone non suonerà, penserà ad alta voce, ascolteremo i suoni del suo pensiero mediati dai tasti del pianoforte.

A Diego Vincenti il ruolo della scomodità: trovare varchi di Contraddizione per aprire una dialettica ed evitare che tutto sia Oro Incenso e Mirra.

Ingresso ad offerta libera – Prenotazione consigliata

Luogo Teatro della Contraddizione, via della braida 6 – 20122 Milano

——–

26 giugno – Padiglione Navigli

ore 20,00 ALLA VITA INVISIBILE  – camminata archèmica

gli artisti  Collettivo l’Amalgama, Gruppo Bluklein, Maria Carpaneto, Andrea Cosentino, Massimiliano Loizzi, Massimo Marcer, Vincenza Pastore, Alessandro Renda e la Non Scuola del Teatro delle Albe, Teatro della Contraddizione, Compagnia Vuoto per Pieno, 20ChiaviTeatro.

i luoghi  Argelab, A.S.D Capoeira Sul da Bahia, Casa Museo Alda Merini, Casa Gorizia, Galleria Previtali, strade, piazze, giardini, ponti.

Biglietto: €15,00 intero – €12,00 ridotto

E’ necessaria la prenotazione presso il Teatro della Contraddizione

Le camminate sono riservate ad un numero limitato di spettatori. Il luogo di partenza verrà comunicato ai prenotati il giorno prima dell’evento.

——–

30 giugno – Padiglione Martesana

ore 18,00 ALLA VITA FRAGILE  – camminata archèmica

gli artisti  Compagnia Apuzzo/Biffi, Nicoletta Bernardi, Corpo Musicale di Crescenzago, Anna Dego, Marco De Meo, Federico De Zottis, Leila Ka, Compagnia Odemà, Compagnia Phoebe Zeitgeist, Flavio Pirini, Rossella Raimondi, Teatro della Contraddizione, Artiste Associate Teatro Insonne: Renata Frana, Amalia Franco, Anna Moscatelli, Compagnia Vuoto per Pieno

i luoghi  Bocciofila Martesana, Casa della Carità, il Tempio dello sport, Circolo Famigliare Romeo Cerizza, bus 53, strade, piazze, giardini

Biglietto: €15,00 intero – €12,00 ridotto

E’ necessaria la prenotazione presso il Teatro della Contraddizione

Le camminate sono riservate ad un numero limitato di spettatori. Il luogo di partenza verrà comunicato ai prenotati il giorno prima dell’evento.

——–

30 giugno – Padiglione Cerizza

ore 21,30 ALLA VITA COME VIENE

Ballate, risotto, vino e demenzialità

con Flavio Pirini

e la partecipazione straordinaria del sig. Giancarlo, giovane over del Circolo.

Portare scarpe da bocce e spirito ambrosiano.

Luogo: Circolo Famigliare Romeo Cerizza, via Meucci 2 – 20128 Milano 

Ingresso con risottata €10,00 – senza risottata €5,00

Per la risottata è necessario prenotare presso il Teatro della Contraddizione.

——–

Festival ExPolis 2018

Informazioni e Prenotazioni:

Teatro della Contraddizione  via della Braida, 6 – 20122 Milano (MM3 Porta Romana)

02 5462155 – www.teatrodellacontraddizione.ithttp://www.expolis.org

expolis@teatrodellacontraddizione.itprenotazioni@teatrodellacontraddizione.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...