21 6 19 Giampaolo Spinato con il romanzo «La Gaia Meraviglia»

21 giugno 2019 – ore 18.30

Presentazione del romanzo di

Giampaolo Spinato

«La Gaia Meraviglia»

 

seguirà rinfresco – ingresso libero

Giampaolo Spinato

Scrittore, giornalista e drammaturgo pluripremiato, ha fondato “Bartleby – Pratiche della Scrittura e della Lettura” e ha insegnato (e insegna) scrittura creativa presso varie università.

Di seguito il link della sua biografia più estesa:

https://giampaolospinato.it/home/about-giampaolo-spinato/

https://it.wikipedia.org/wiki/Giampaolo_Spinato.

La sua passione per la scrittura scaturisce dal profondo del suo essere e si trasmette a tutti coloro che lo avvicinano. Con lui si impara ad apprezzare il valore e la forza della parola, che sia teatro, che sia romanzo, che sia poesia, che sia parlata o scritta, quando è lo specchio dell’anima dell’autore, attraversa la realtà e la rappresenta.

Il 21 marzo 2019 ha pubblicato il suo ultimo romanzo “La gaia meraviglia”, e a gennaio la nuova edizione di “Il cuore rovesciato” (Mondadori 1999, Premio Selezione Campiello), primo di una serie di cinque romanzi chiamata Telonius. Non   possiamo perderne neppure uno e da lui ascolteremo il perché.

 

LA GAIA MERAVIGLIA

“La mattina del 21 marzo 2045, l’Europa si svegliò sfregiata. Una massa lucida, compatta, di natura incerta aveva sostituito il cuore del Vecchio Continente”. Comincia così l’attesissima Gaia Meraviglia, il romanzo inedito annunciato dieci anni fa da Gaia, nipote dello scrittore scomparso e voce narrante della VitaNuova. …

Ambientato fra Milano e Stoccolma, prefigura un’Europa suddivisa in enclave governate da una Duma che, risolta la minaccia terroristica facendo carta straccia della Carta dei Diritti Umani, si mobilita per fronteggiare la catastrofe imminente. Una rocambolesca corsa contro il tempo che preannuncia l’avvento della nuova era, dove si riabilitano i sensi a destreggiarsi con le maschere nelle deportazioni quotidiane. Ma anche una moderna cognizione del dolore in cui, riunendo il visibile e l’invisibile, il linguaggio torna a smascherare le imposture. E perfino il peggiore degli incubi può rivelarsi una via d’uscita.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...